mercoledì 7 marzo 2018

"La Forma dell'acqua" (The Shape of Water): romanzo e film

E' uscito da meno di una settimana, anche da noi, "La Forma dell'acqua" (The Shape of Water) il romanzo tratto dal film che ha già appassionato una moltitudine di spettatori al cinema.  
La Forma dell’Acqua ha appena vinto l’Oscar 2018 come miglior film e il suo regista Guillermo Del Toro quello per la miglior regia, oltre a diversi altri premi. 
Per questo libro, Del Toro si è avvalso della scrittura di Daniel Kraus, con cui aveva già collaborato in precedenza in un altro romanzo.
Si tratta di una fiaba dark, straordinariamente romantica e soprattutto attualissima perché affronta, con delicatezza e passione, la paura del diverso.

LA FORMA DELL'ACQUA 

di Guillermo del Toro e Daniel Kraus
(Ed. Tre60)

Trama: Baltimora, 1962. Dopo aver perso l’uso della voce a causa di un incidente, la giovane Elisa conduce una vita spenta, senza ambizioni. Ma un giorno, all’interno del laboratorio in cui lavora come donna delle pulizie, entra per sbaglio in una stanza e fa una scoperta straordinaria: in una vasca piena d’acqua c’è una strana creatura. È sicuramente prigioniera e con ogni probabilità è lì perché oggetto di un esperimento. Ma cos’è? Anzi: chi è? All’insaputa di tutti, Elisa entra in contatto con quella creatura e tra i due si crea un legame sempre più forte. Un legame incomprensibile al mondo, che vede in lei una donna insignificante e nella creatura soltanto un mostro da studiare. Un legame che però ha i tratti e la forza del vero amore… 

Data di pubblicazione: 1° Marzo 2018


Il film "La Forma dell’Acqua"( The Shape of Water), al cinema dal 14 febbraio, è una fiaba sovrannaturale, ambientata sullo sfondo dell'America della Guerra Fredda nel 1962. In un laboratorio segreto ad alta sicurezza voluto dal governo, lavora Elisa (Sally Hawkins), una donna intrappolata in una vita di solutidine. Ma tutto cambia quando insieme alla sua collega Zelda (Octavia Spencer) scoprono uno strano esperimento non classificato.

Nessun commento:

Posta un commento