ANTEPRIMA: La storia di una bottega di Amy Levy

E' appena uscito "La storia di una bottega", prima edizione italiana del romanzo vittoriano The romance of a shop di Amy Levy. 
Si tratta del secondo libro della collana Atlantide per la casa editrice e agenzia letteraria Jo March, a cui si deve la prima ed unica edizione italiana del capovolaro della Gaskell "Nord e Sud" (di cui ho già parlato QUI). 


LA STORIA DI UNA BOTTEGA 
di Amy Levy
(Ed. Jo March)

Trama: Nella Londra di fine Ottocento, le giovani sorelle Lorimer perdono improvvisamente il padre e finiscono sul lastrico. Rifiutandosi di accettare un destino che le vedrebbe tutte divise tra i vari familiari che si sono offerti di dar loro ospitalità e protezione, intraprendono un percorso più complicato e rischioso, che però permette loro di restare insieme e di sopravvivere con le proprie forze. La preziosa eredità che hanno potuto mettere da parte, infatti, non è una somma di denaro bensì la capacità di esercitare l’arte che hanno imparato dal genitore e che intendono coltivare con passione e volontà tanto da farne un mestiere. Tra lo sgomento dei parenti, le quattro donne scelgono di mettere in vendita la grande casa di famiglia e di trasferirsi nell’affollata e viva Baker Street, nel centro di Londra, dove aprono una bottega di fotografia.
Non è facile la vita delle giovani fotografe, presto bersagli di commenti maligni dovuti alle loro necessarie frequentazioni con le botteghe d’arte e gli artisti più in voga. Lacerate dai dubbi, sballottate dai colpi della fortuna, eppure appassionate e tenaci, Gertrude, Lucy, Phyllis e Fanny resistono alle privazioni e alla miseria, conquistandosi uno spazio nella società e difendendo con le unghie la propria indipendenza. Una indipendenza ancora per nulla scontata nella tarda età vittoriana, quando la “new woman” è una creatura ancora sperimentale, che deve lottare per ritagliarsi un proprio spazio nel mondo pubblico.

Leggi un estratto in anteprima 

Data di pubblicazione: 10 aprile 2013.

Amy Levy, originale scrittrice e intellettuale inglese, realizza nel 1888 uno splendido ritratto di donne nuove e moderne, utilizzando una metafora assolutamente calzante, quella della tecnica fotografica. La fotografia imprime, con leggi e codici del tutto nuovi, la realtà stravolgendo per sempre l’arte e il concetto di immagine. Nella stessa misura, le quattro protagoniste, dedite alla nuova tecnica, mostrano uno sguardo nuovo nell’osservare il mondo e nel vagliare le sue possibilità, incarnando così proprio la nuova condizione femminile e adoperando il punto di vista della donna, ovvero di chi notoriamente era precluso alla sfera della produzione artistica e dell’elaborazione intellettuale. 

Amy Levy (1861–1889), scrittrice e poetessa inglese dell’epoca vittoriana. Tra le sue opere, si ricordano: Xantippe and Other Verse (1881), A Minor Poet and Other Verse (1884), The Romance of a Shop (1888), Reuben Sachs: A Sketch (1888), A London Plane-Tree and Other Verse (1889), Miss Meredith (1889).

Commenti

  1. Anche io avevo adocchiato questo libro! Nord e Sud è già in mio possesso e conto di leggerlo entro l'anno, in casa di Elizabeth Gaskell c'è un po' di tutto! :D

    RispondiElimina
  2. Nord e Sud mi è piaciuto molto, complice anche lo sceneggiato della BBC e del suo Mr. Thornton! ;) A parte questo, quella della Jo March è un'ottima edizione, molto curata e tradotta veramente bene!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

NORD E SUD in italiano

LA BELLA E LA BESTIA: tra serie TV e romanzo

Come rimuovere il blocco del pc e il fake alert della polizia