Passa ai contenuti principali

Te li ricordi?



Indelebili ricordi della mia infanzia...

  Te li ricordi?
I tabelloni dei gelati Eldorado appesi fuori dai bar... 
il Magic Cola e il Piedone,  il buonissimo gelato a forma di piede, color rosa, al gusto di fragola

il Pirata della Sammontana
il Pepito e il Nembogel della Toseroni

le monete di Asterix in regalo nel tappo dell'Ergo Spalma

le Zigulì come resto in farmacia

la trottola che riportava l'1-X-2  in regalo nelle patatine San Carlo,  per compilare a caso la schedina

il Pongo e il Das 

i Trasferelli (quanti ne ho fatti!)
le scatoline delle sorpresine della mulino bianco
 
la cinghia per portare i libri a scuola invece della cartella


il crystal ball.......presente in tutte le feste, con quell'odore colloso allucinante

la girella Motta da mangiare tutta intorno
il Corriere dei piccoli con la Pimpa, il diario della Stefy e il signor Bonaventura....
i paciocchini e/o i fiammiferini di tutti i colori

le Barbie, non ancora veline, e il loro infinito guardaroba (uno dei miei giochi preferiti!)
i giochi da tavola tratti dai cartoni, della Clementoni
il subbuteo
i frizzipazzi, le polverine che scoppiano in bocca e poi diventano gomma da masticare...
le click clack spaccamani
l'orologio Hip hop alla liquirizia

Candy Candy, Lady Oscar,  Heidi e Remì
Goldrake e Jeeg robot d'acciaio
Le Charlie's angels (il mio mito), Love Boat e Happy Days con l'indimenticabile e copiatissimo Fonzie
le big babol alla fragola
il dentifricio paperino's   
le biglie di vetro per i maschietti e l'hula hop per le bambine
i robot, i videogiochi dei bar e il pac-man

MAGNUM PI e l'A-Team
i paurosi Visitors e i teneri puffi

la spuma e la cedrata (ormai, purtroppo, fuori moda)

il cubo di Rubik che fece impazzire anche i grandi

le figurine dei calciatori Panini (le faceva mio fratello)

le bici bmx

il dolce forno Harbert (se lo regali ad una bimba d'oggi ti fa una vertenza )

90° minuto e Supergulp

Il catch, altro che Wrestling! Ancora mi ricordo Antonio Inoki (colpa di mio fratello che lo vedeva di continuo!)
Ciocorì e biancorì




I mitici Jefferson e la casa nella prateria

quella grassissima ciocolata bicolore (bianca e nera) in ciotola, di cui non ricordo il nome, che se ci ripenso mi s'impenna il colesterolo

le polaroid

le mou e le orzatine che davano di resto all'alimentari vicino casa e le lotte per staccarle dall'involucro

la gomma pane per cancellare

Capitan Harlock e Mazinga

La sigla dell'Eurovisione

il going, il pallone di plastica arancione con i fili e le maniglie

Hubba bubba all'uva

lo Squalo dell'algida, il ghiacciolo che ti tingeva la lingua di blu (mai provato, ma ricordo gli altri bambini con le lingue da visitor.... )

il pallone Supertele, venduto nell'immancabile cordicella a 500 lire

le biglie per giocare al mare con le figure dei ciclisti o dei calciatori

le allegre avventure dell'ape Maia e l'invece sfigatissima ape Magà

Nata libera, Orzowei e Mork e Mindy 

il buonissimo ed indementicato Urrà Saiwa

l'ora del ciao ciao ...

Vorrei per un giorno tornare bambina!!!

 E voi, che cosa ricordate con più nostalgia?

Commenti

  1. Giusto qualche giorno fa ho visto un vecchio cartellone dei gelati Sammontana, i gelati della mia infanzia, assai più degli Algida, che sono arrivati durante l'adolescenza.
    A dirla tutta, al mare, a Francavilla, c'erano anche i gelati della Gis, una marca abruzzese: ne ricordo uno contenuto in una pipa di plastica, pensa tu! :-)

    RispondiElimina
  2. Io il dolce forno lo bramavo, ma non me lo hanno mai comprato. In compenso ora detesto cucinare, ci sarà una relazione? :D
    PS: i bambini di oggi un cartone con la trama complicata di Candy Candy se lo sognano. Ormai è tutto improntato al merchandising. :/

    RispondiElimina
  3. Interessante... però io non ero ancora nata ai tempi di tutto questo, sono del '92.
    P.S. Sono contraria a tutti quei giocattoli che non fanno altro che legittimare e insegnare fin dalla più tenera età il ruolo di casalinga alle bambine, va da sè che abolisco il dolce forno.

    RispondiElimina
  4. @katia860 concordo con te, però mi domando: che ci fai su un blog di tardone? le bambine come te ci trovano un interessante oggetto di studio, forse? ;-)

    RispondiElimina
  5. @ Madamatap: i gelati Gis, me li ricordo! Ci sono ancora. Il gelato con la pipa era, forse, questo?
    http://29.media.tumblr.com/tumblr_lhwy2bKOD01qhmcc0o1_500.jpg

    RispondiElimina
  6. @ Stravaganza: Candy Candy, Lady Oscar, quelli sì che erano cartoni indimenticabili! I bambini di oggi si perdono la poesia, in cambio di merchandasing, come giustamente osservavi. Ciao!

    RispondiElimina
  7. @ Katia860: considera che erano giochi prodotti negli anni 70 - 80, i ruoli uomo-donna erano più tradizionali. Il bello era anche quello, divertirsi con le piste delle automobile con il fratellino, o coivolgerlo a pasticciare con pentole e pentolini. Almeno, non si era omologati dai videogames... Ciao!

    RispondiElimina
  8. @FairyRain: esattamente quella! bellissima, non trovi? mi pare che ce ne fossero di vari colori, tra l'altro, ma non sono sicura. magari è il mio ricordo dell'infanzia a essere rosa... :-) grazie per questo bel tuffo nel passato-passato.
    un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  9. PS aspettati che ci scriva su qualcosa! ;-)

    RispondiElimina
  10. Mi fa piacere, allora aspetto di leggerti! ^_^
    A prestissimo!

    RispondiElimina
  11. Non so quante volte ho comprato il crystal ball e poi l'ho fatto sempre seccare. :P Il dolce forno ricordo che anch'io lo volevo ma non me lo hanno mia comprato. :P Candy Candy, quanti bei ricordi. E I Robinson? Mi chiedo perché non esistono i cofanetti, è un vero sacrilegio!
    :D

    RispondiElimina
  12. Voglio ritornare una bimba...come si fa...si accettano suggerimenti

    RispondiElimina
  13. che tuffo al cuore ... Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata da queste pagine! :)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

NORD E SUD in italiano

Finalmente, anche noi italiani possiamo leggere un classico della letteratura inglese, il capolavoro di Elizabeth Gaskell: Nord e Sud.
Lo avevo annunciato nei mesi scorsi ed ora è realtà! Una splendida notizia per chi, come me, ha amato l'omonimo sceneggiato della BBC.


NORD E SUD

di Elizabeth Gaskell (Editore Jo March - Atlantide)
Trama:  Nel salotto londinese degli Shaw, in Harley Street a Londra, la giovane Margaret Hale osserva con distacco, e velato rimpianto al contempo, quel mondo di lustrini, balli e convenevoli sociali che si è
ridestato intorno alla famiglia per festeggiare le nozze della cugina Edith. La giovane donna ha trascorso in quella casa, affidata alle cure di zia Shaw, una giovinezza spensierata e agiata, eppure tanto lontana dalla semplicità di costumi e dalla raffinatezza culturale della famiglia di origine che vive nel paesino di Helstone, nel cuore più fiabesco e incontaminato dell’Hampshire, al Sud dell’Inghilterra. Il matrimonio della cugina segna uno…

Come rimuovere il blocco del pc e il fake alert della polizia

Non si tratta di un tutorial, dato che non sono nè un tecnico nè un'esperta informatica, ma solo ciò che ho fatto io per rimuovere il blocco del mio computer (fake alert polizia postale).
La cronistoria. L'altra sera navigando capito in un sito che avevo visitato altre volte senza problemi, improvvisamente mi appare una videata con lo stemma della polizia postale (ma c'è anche la versione con lo stemma della polizia di stato, di quella forestale, della SIAE, ecc. ecc.), che riporta il mio IP, una mia foto catturata con la web-cam (integrata nel portatile e mai usata in vita mia) e la dicitura che avrei infranto la legge sul diritto d'autore e l'annuncio che il mio pc era stato bloccato. Provo a premere esc o a fare qualche azione, ma la videata rimane al suo posto e nessun comando risponde! Resto perplessa e comincio ad agitarmi, ma: a) non ho scaricato niente; b) non ho mai avuto o usato programmi peer to peer; c) la polizia non è il grande fratello che scatta foto …

LA BELLA E LA BESTIA: tra serie TV e romanzo

LA BELLA E LA BESTIA di Barbara Hambly (Ed. Euroclub)
Trama: Catherine Chandler è bella, giovane e ricca. Ma una notte, mentre rincasa dopo una festa, Cathy viene rapita e sfigurata a coltellate, e quando si risveglia si trova in un altro mondo. E' il mondo di Vincent, l'universo delle Gallerie, un labirinto di condotte sotto la rete metropolitana di New York, popolato da emarginati e strani personaggi che hanno deciso di isolarsi dal mondo di Sopra. E' stato Vincent a ritrovare Cathy in un angolo buio dal parco e a portarla al sicuro con sé sottoterra, e a curarla con dedizione. Cathy, gli occhi coperti da bende, dipende ora completamente dal suo salvatore. Ma Vincent ha un terribile segreto...
L'unica edizione italiana di questo romanzo è datata dicembre 1991 (la versione originale "Beauty and the Beast" è del 1989).
Come suggerisce la stessa copertina, il romanzo venne tratto dallo splendido telefilm"La Bella e la Bestia", trasmesso alla fine degli a…