L'angolo poetico

L'accenno di un canto primaverile

Boreas, 1903 by John William WaterhouseIl vento portò da lontano
l'accenno di un canto primaverile,
chissà dove, lucido e profondo
si aprì un pezzetto di cielo.
In questo azzurro smisurato,
fra barlumi della vicina primavera
piangevano burrasche invernali,
si libravano sogni stellati.
Timide, cupe e profonde
piangevano le mie corde.
Il vento portò da lontano
le sue squillanti canzoni. 

(A. Blok. Poesia russa del '900)

Commenti

  1. Bella poesia e incantevole quadro (Waterhouse è uno dei miei artisti preferiti)! :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA BELLA E LA BESTIA: tra serie TV e romanzo

NORD E SUD in italiano

Come rimuovere il blocco del pc e il fake alert della polizia