La principessa geomante, piccolo commento

Appena terminata la lettura del secondo volume dell'entusiasmante serie urban-fantasy Vampire Empire (di cui ho parlato QUI), eccovi una mia breve recensione!


Vampire Empire
La principessa geomante
 
di Clay Griffith e Susan Griffith
(Ed. Sonzogno)

Trama: Mentre le armate dei vampiri si apprestano a scatenare l’offensiva finale, l’amore tra la principessa Adele e Greyfriar, lo spadaccino mascherato, compromette l’alleanza di Equatoria con la Repubblica americana: scatena infatti le ire del vendicativo senatore Clark, a cui la giovane sovrana si è promessa in sposa. Ma Adele ha ormai preso la sua decisione: affronterà i nemici da sola, sfruttando l’antica arte della geomanzia e piegando al proprio volere le forze più arcane della terra. Affiancata dal vecchio saggio Mamoru, che l’ha introdotta nella sua potente setta segreta, e dall’indomito eroe mascherato, al quale si sente irresistibilmente avvinta, Adele risalirà il corso del Nilo e si avventurerà sulle misteriose Montagne della Luna. Qui la principessa guerriera è attesa da nuove sfide, giacché dovrà sfuggire alle trappole del perfido Cesare e alle mogli combattenti dello spietato re Jaga, alleato con i più temibili clan dei vampiri. 
 
"Una magistrale combinazione di generi - fantasy, romance, gotico, steampunk - che ha rivoluzionato una volta per sempre la letteratura di intrattenimento" 
Library Journal

Commento: Adele e il principe Gareth

Cover originale
Mi ritrovo in molti dei commenti letti, è sicuramente un romanzo di passaggio, ma di certo non meno ben scritto del precedente. L'avventura, gli intrighi e le battaglie scorrono fluide e scenografiche, solo il lato romance è accennato e l'evoluzione del rapporto tra Adele ed il principe Gareth non ci viene mostrata: rimane nei personaggi, nei loro piccoli gesti, in qualche frase... Ma forse è giusto così, come è giusto che ad Equatoria l'eroe invincibile Greyfriar, lasci il posto al principe Gareth.
Vessato dal caldo, il solo vampiro in una nazione di umani e poi in un clan selvaggio di suoi simili, è meno invincibile, ma più umano, come umani sono i suoi sentimenti per la principessa Adele.
Nel primo romanzo era Adele sola e prigioniera in territorio nemico e Gareth era l'elemento di forza della storia, ora gli equilibri si capovolgono e ...abbiamo due protagonisti di pari valore e dignità.
Non ci sono appassionate dichiarazioni d'amore, nè scene calde, ma non sarebbe stato da Gareth l'affascinante principe dagli occhi azzurri, che umano proprio non è e che, in alcuni momenti, mi ricorda l'Edward mani di forbice di Tim Burton. 


Giudizio:


La trilogia "Vampire Empire" è così composta:
1. The Greyfriar (Vampire Empire. Il Principe di sangue nero, 2011)
2. The Rift Walker (Vampire Empire. La principessa geomante, 2012)
3. The Kingmakers (previsto per settembre 2012)

Commenti