Elizabethtown: ci vuole tempo per tirare fuori la gioia dalla vita

A volte si cerca un film e non lo si trova da nessuna parte, altre ti cade in mano da uno scaffale, pezzo unico e stranamente iper-scontato. E' quello che mi è successo, anni fa, con il film  Elizabethtown.
Ammetto che da principio ad interessarmi fu la presenza, come attore principale, di Orlando Bloom, non perchè ne sia una fan scatenata, ma mi aveva molto colpito come Legolas, ne "Il Signore degli Anelli" ed avevo, poi, amato il suo indomito Will Turner nell'avventurosa trilogia de "I Pirati dei Caraibi".
Certo, le critiche lette in rete non mi avevano aiutata a farmi un'idea precisa della qualità della trama: troppo divergenti fra loro e troppo personali.  Alla fine decisi d'istinto, quando me lo trovai davanti in un centro commerciale... ne rimirai la cover, lessi la trama e lo acquistai, sperando di non essere incappata nel solito filmetto insulso.
Dovette attendere ancora qualche settimana, prima che trovassi una serata in cui non ci fossero Lost, E.R., Medium, Dr. House....e, finalmente, in una serata buia e tempestosa (causa incavolatura cosmica) arrivò il suo turno.

Un film da scoprire o rispolverare, perchè non ci sono effetti speciali, ma persone e parole e... che parole! ^^

Trama: Il giorno peggiore per Drew Baylor, designer di scarpe, non è ancora finito: è appena stato licenziato dall’azienda per cui lavorava, la sua ragazza ha deciso di lasciarlo e, per rattristarlo ancor di più, gli giunge anche la telefonata che annuncia la prematura scomparsa del padre. Drew, sull’orlo della depressione, sta già pensando a come farla finita. Ma nel volo che lo porta a Elizabethtown, Kentucky, città natale del padre, dove si reca per organizzare il funerale, Drew conosce Claire, hostess assolutamente positiva ed entusiasta, che lo aiuterà a rimettere ordine nella sua vita, a capire come era veramente suo padre e a scoprire le proprie radici.

Commento: Leggendo la trama si potrebbe pensare ad un film triste o, comunque, malinconico, invece è un inno alla vita e alla gioia di vivere, che fa sorridere e rasserenare.
Non sarà un capolavoro del cinema, ma è un film solare, ironico e dona allo spettatore il sorriso insieme a momenti di commozione...

Drew (Orlando Bloom) ha visto il mondo collassargli addosso: il suo ultimo progetto è stato un fiasco clamoroso, viene licenziato, mollato dalla ragazza e, mentre tenta di suicidarsi in una scena tragicomica, riceve dalla sorella la notizia della morte del padre.  Drew deve, quindi, recarsi a Elizabethtown, Kentucky, paese natale del padre, dove avrà luogo il funerale. In questa cittadina troverà, i parenti,  gli amici del padre e farà degli incontri fortuiti, come la coppia di sposi nel suo stesso albergo: personaggi a volte macchiettistici, ma che si riveleranno sempre ricchi di umanità.
Ma l'incontro più importante lo farà lungo la strada. Sull'aereo Drew incontra Claire (Kirsten Dunst), una ragazza solare e gioiosa che riuscirà a farlo uscire dal suo torpore, guidandolo in un viaggio interiore, per ritrovare sè stesso, e in un viaggio reale, attraverso l'America del sud, ricco di musica e colore.

Eccezionale la colonna sonora (oltre alle musiche originali di Ryan Adams e Nancy Wilson vi sono canzoni di Elton John, Simon & Garfunkel, Creedence...) così fondamentale che nel finale diventa coprotagonista insieme a Drew, accompagnandolo nel suo viaggio alla vita.

Frasi dal film:

"Sono impossibile da dimenticare ma difficile da ricordare!"

"Un fallimento è la semplice assenza di successo. A chiunque può capitare di avere un fallimento! Ma un fiasco... un fiasco è un disastro di proporzioni mitiche. Un fiasco è una leggenda popolare che si tramanda agli altri, che fa sentire la gente più viva perchè non è successo a loro."

"Hai cinque minuti per crogiolarti nelle deliziose volontà della sofferenza: goditela, abbracciala, abbandonala... e procedi!"

"Gli uomini vedono le cose in una scatola. Invece le donne le vedono in una stanza rotonda."

"Ci vuole tempo per tirare fuori la gioia dalla vita."

Commenti

Post popolari in questo blog

LA BELLA E LA BESTIA: tra serie TV e romanzo

NORD E SUD in italiano

Come rimuovere il blocco del pc e il fake alert della polizia